ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Pubblicazioni->Dettaglio POSTA


Scheda pubblicazione
Titolo:
Lavorazione tradizionale e conservativa del terreno: attrezzature innovative
Autori:
Fanigliulo, R.; Pochi, D.
Anno:
2010
Lingue:
ITA, ita
Rivista:
Mondo Macchina - Machinery World
Tipo di pubblicazione:
Cartaceo
Luogo:
Roma
Editore:
Unacoma Service surl
Riassunto in Italiano:
Le lavorazioni tradizionali dei terreni, basate sull’aratura profonda e la bruciatura o la trinciatura dei residui della coltura precedente, possono creare una serie di effetti indesiderati, come rilevato da numerose sperimentazioni agronomiche nel campo della meccanizzazione, quali l’eccessivo consumo energetico, il peggioramento in alcuni casi della struttura del terreno che può generare persistenti problemi di compattamento superficiale, la perdita di elementi fertilizzanti negli strati profondi e della sostanza organica in quelli superficiali e l’incremento dei fenomeni erosivi causati sia dall’acqua che dal vento, in ambienti particolarmente suscettibili. Sulla base di tali considerazioni, le lavorazioni tradizionali possono essere vantaggiosamente sostituite da tecniche di lavorazione conservativa del terreno, volte a ridurre il numero degli interventi a carico del terreno e la loro profondità, attraverso l’utilizzo di macchine con elevato fronte di lavoro. Tali tecniche, infatti, hanno l’obiettivo di ridurre i costi d’impianto delle colture, l’erosione ed il compattamento superficiale del suolo, di conservare e migliorare la fertilità naturale dei terreni, garantendo comunque soddisfacenti livelli produttivi e ridotti costi energetici, attraverso la rotazione delle colture ed il mantenimento di una copertura permanente del terreno pari ad almeno il 30% della superficie.
Riassunto in Inglese:

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP