ITALIANO HIGH ACCESSIBILITY
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Search in the site...  

European Charter for Researchers      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

CIVIC ACCESS PRESS REVIEW URP JOB OPPORTUNITIES CONTRACTS TRANSPARENT ADMINISTRATION

freccina You are here: Home->Publications->Datasheet


Publication datasheet
Title:
Petria - Collezione di microrganismi di interesse agrario, industriale ed ambientale
Authors:
Barba, M.; Belisario, A.; Luongo, L. (curatori)
Year:
2011
Languages:
ITA, ita
Journal:
Petria - Collezione di microrganismi di interesse agrario, industriale ed ambientale
Kind of publication:
Cartaceo
Location:
Editor:
CRA - PAV
Abstract in Italian:
Le collezioni di microrganismi consentono di disporre di fonti di variabilità genetica di sicura caratterizzazione in quanto preventivamente identificate e studiate a livello morfo-funzionale. Pertanto, le collezioni di microrganismi hanno l’obiettivo di fornire materiale biologicamente attivo, fenotipicamente e/o genotipicamente caratterizzato, sul quale fondare le attività di ricerca in termini produttivi, comparativi e cognitivi. Allo stato attuale, inoltre, le moderne collezioni forniscono importanti servizi supplementari a quelli precedentemente esposti, che prevedono la preventiva conoscenza di ulteriori proprietà dei ceppi. In Italia il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MiPAAF) ha finanziato un progetto nazionale “Collezione di microrganismi di interesse agrario, industriale ed ambientale” (Col.Mi.A) per mantenere le collezioni presenti nei differenti Centri di ricerca del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (C.R.A.), frutto di ricerche finanziate da organismi pubblici e/o privati. Al Progetto afferiscono nove strutture di ricerca distribuite sul territorio nazionale e coinvolte, a vario titolo, nello studio di popolazioni microbiche di particolare rilevanza economica nei seguenti settori d’interesse: Microrganismi di interesse agroindustriale e alimentare Tre istituzioni del C.R.A. gestiscono e conservano lieviti e batteri di interesse alimentare. In particolare: • C.R.A.- Centro di ricerca per le colture foraggere e lattiero-casearie- Lodi • C.R.A.-Centro di ricerca per l’enologia- Asti • C.R.A.-Centro di ricerca per l’olivicoltura e l’industria olearia-Pescara Microrganismi fitopatogeni Due strutture di ricerca collaborano alla conservazione dei principali microrganismi agenti causali di gravi malattie delle piante agrarie. Vengono conservati funghi, oomycota, batteri virus e viroidi isolati e caratterizzati da: • C.R.A.-Centro di ricerca per la patologia vegetale- Roma • C.R.A.-Unità di ricerca per le colture alternative al tabacco – Scafati Microrganismi entomopatogeni Tra i microrganismi maggiormente impiegati in metodologie di lotta biologica per la difesa delle colture da insetti fitofagi, sono essenzialmente annoverati funghi e batteri. La collezione di questi microrganismi è curata da: • C.R.A.-Centro di ricerca per l’agrobiologia e la pedologia- Firenze Microrganismi utili del suolo Batteri e funghi tellurici che concorrono a definire la qualità e la salute di un suolo sono caratterizzati e archiviati nella collezione grazie al contributo delle seguenti strutture scientifiche: • CRA-Centro di ricerca per lo studio delle relazioni tra pianta e suolo- Roma • CRA-Centro di ricerca per l’agrobiologia e la pedologia- Firenze • CRA-Centro di ricerca per le colture industriali- Bologna La collezione è interattiva tra i partecipanti e consultabile dagli utenti, contiene informazioni sull’identificazione del microrganismo, sulle sue caratteristiche biologiche, colturali e genetiche, sulle diverse modalità di conservazione e sulla eventuale disponibilità ad essere inviato a istituzioni diverse. L’elenco dei microrganismi inseriti nella banca dati, è consultabile via internet sul sito: http://www.collezionedimicrorganismi.com/, Le collezioni che afferiscono ad ogni singola Unità di Ricerca sono conservate in situ e periodicamente implementate dalle diverse strutture di ricerca rispettando alcune linee guida precedentemente concordate che prevedono: • il continuo ampliamento della collezione con l’acquisizione di nuovi microrganismi; • la caratterizzazione e valutazione dell’attività di tali microrganismi; • valutazione dei metodi di conservazione migliori per ciascun isolato, tali da garantire il mantenimento dei parametri biometrici, fisiologici e biochimici. La collezione Col.Mia. si avvale di personale altamente qualificato, esperto della tassonomia e dei caratteri morfologici distintivi dei microrganismi in essa conservati ed in grado di individuare e, volta per volta, selezionare specifiche metodiche di mantenimento in collezione di funghi, lieviti, batteri, virus, viroidi al fine di minimizzare il rischio di variabilità genetica a cui i diversi isolati potrebbero andare soggetti. Questo manuale riporta alcune informazioni sulle caratteristiche chimico- fisiche e biologiche dei diversi microrganismi presenti in collezione, sul loro utilizzo nel settore agrario, industriale ed ambientale, nonché alcune indicazioni sulle modalità di campionamento, coltivazione, isolamento, caratterizzazione e conservazione utilizzati da tutti coloro che concorrono al mantenimento e gestione della collezione Col.Mia.
Abstract in English:

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP