ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Elenco dei progetti->Dettaglio progetto POSTA
CENTRI DI RICERCA
FONDAZIONE MORANDO BOLOGNINI
PERSONE
PROGETTI
PUBBLICAZIONI
BIBLIOTECA ED EDITORIA
AREA DIVULGAZIONE
CREA JOURNALS
BANDI NAZIONALI E INTERNAZIONALI
RELAZIONI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI
ondadb_host: 10.151.6.31
PROLAT-2
Coordinatore di progetto: MARIANNA ROSELLI

Caratterizzazione funzionale di due diversi profili proteici di latte-parte seconda

L’utilizzo di un modello animale presenta il vantaggio di poter analizzare l’effetto del consumo di latte a migliorato profilo proteico, rispetto al latte standard, sulla fisiologia dell’intero organismo, nonché di valutare un eventuale impatto sulla composizione del microbiota intestinale, considerato ormai un vero e proprio organo accessorio, e sul profilo degli SCFAs, prodotti del metabolismo microbico, che svolgono un ruolo importante nella fisiologia dell’ospite. L’attività sperimentale prevede uno studio approfondito in un modello murino di vulnerabilità, rappresentato da topi anziani. Tale studio è stato già approvato dal Ministero della Salute, Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari (aut. n 388/2018-PR) e prevede l’utilizzo di circa 30 topi anziani Balb/C di 20 mesi di età, che saranno supplementati per un mese con i due tipi di latte (aggiunto, in forma liofilizzata, al posto della miscela amminoacidica, normalmente utilizzata come fonte proteica nella dieta). Tali due gruppi sperimentali saranno affiancati da un gruppo di controllo, alimentato con dieta standard (contenente la miscela amminoacidica). Durante il trattamento sperimentale saranno seguiti alcuni parametri (peso degli animali, consumo di cibo, consistenza delle feci). Alla fine del trattamento, verranno prelevati dagli animali tessuti e sangue, per eseguire le seguenti analisi: -analisi citofluorimetrica delle diverse sottopopolazioni linfocitarie intestinali; -analisi istologica di vari tessuti, al fine di valutare eventuale presenza di infiammazione; -quantificazione delle citochine sieriche; -quantificazione dello stato redox. A inizio e fine trattamento verranno inoltre prelevate le feci, al fine di valutare la composizione del microbiota intestinale e del profilo in SCFAs. L’analisi della composizione del microbiota fecale verrà effettuata attraverso il sequenziamento del DNA ribosomale 16S mediante Next Generation Sequencing (NGS). La valutazione del profilo degli SCFAs verrà effettuata mediante HPLC.
Elenco strutture
Privati - Centrale del latte di Torino Spa
CRA - Alimenti e nutrizione - Roma

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP