ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Elenco dei progetti->Dettaglio progetto POSTA
CENTRI DI RICERCA
FONDAZIONE MORANDO BOLOGNINI
PERSONE
PROGETTI
PUBBLICAZIONI
BIBLIOTECA ED EDITORIA
AREA DIVULGAZIONE
CREA JOURNALS
BANDI NAZIONALI E INTERNAZIONALI
RELAZIONI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI
ondadb_host: 10.151.6.31
ambi.tec.fil.legno (PON03PE_00024_1)
Coordinatore di progetto: Giuseppe Scarascia Mugnozza

TECNOLOGIE INNOVATIVE AD ELEVATA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE NELLA FILIERA FORESTA-LEGNO-ENERGIA

Il progetto Ambi.Tec.Fil.Legno ha come obiettivo strategico lo sviluppo e l’integrazione di tecnologie innovative per la valorizzazione delle risorse ambientali e forestali della regione Calabria, e prioritariamente del legno, materiale ad elevata sostenibilità ambientale, attraverso azioni di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in tutte le diverse fasi della filiera foresta-legno-ambiente, dalla produzione, alla trasformazione, all’impiego delle nanotecnologie. Tra i sistemi ecologici che forniscono beni e servizi, gli ecosistemi forestali, infatti, svolgono un ruolo insostituibile, che sta crescendo continuamente di importanza e di riconoscimento, anche a livello internazionale (v. il recente Accordo di Copenhagen per la riduzione della deforestazione tropicale). Si tratta di risorse rinnovabili quanto mai strategiche con prospettive enormi di avanzamento scientifico e di innovazione tecnologica su cui basare le politiche di gestione sostenibile della biosfera, per l’aumento della produttività di bio-materiali in un quadro di conservazione e miglioramento degli ecosistemi. Le attività del progetto si inseriscono in un contesto molto articolato in quanto il legno è un materiale che ha un largo spettro di utilizzazioni (edilizia, energia arredamento etc.) e che negli ultimi anni è stato al centro di forti tensioni sul mercato dei prezzi. Gli obiettivi specifici di progetto sono finalizzati ad ottimizzare la filiera del legno che copre tutte le fasi della crescita, della raccolta, caratterizzazione e lavorazione fino allo sviluppo dei prodotti necessari per l’utilizzo finale, con l’obiettivo di ridurre i costi e migliorare i prodotti. Il mercato finale di riferimento è quindi quello delle imprese che lavorano e utilizzano il legno. I principali obiettivi del progetto sono: • Sviluppare metodologie avanzate e coerenti per il monitoraggio, l’inventariazione e la costruzione di scenari in tempo reale sulla produttività delle risorse forestali e sulla fornitura di “servizi ambientali”; • Favorire una pianificazione e gestione integrata della filiera foresta-legno-ambiente finalizzata all’aumento e alla sostenibilità della fornitura di bio-materiali e di risorse ambientali mediante applicazione di tecnologie geomatiche e modellistiche; • Individuare, sviluppare e promuovere servizi indiretti: il controllo e la riduzione di processi distruttivi sia di natura idrogeologica che legati agli incendi e a situazioni meteo estreme permette la costruzione di nuovo suolo con aumento delle capacità della foresta stessa di resistere a situazioni di stress, di immagazzinare maggiori quantità di carbonio e di aumentare la propria produttività e di svolgere un ruolo attivo nella protezione dai rischi naturali; • Individuare, progettare e implementare idonee e avanzate innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto per aumentare la disponibilità, la qualità e le trasformazioni della materia legno; • Definire percorsi e innovazioni tecnologiche per la eco-certificazione delle risorse forestali e la quantificazione del ruolo dell’intera filiera foresta-legno-ambiente ai fini della mitigazione ambientale. Il punto di forza del presente progetto consiste nella visione integrata di queste tematiche in relazione agli aspetti di filiera e può, quindi, favorire in pieno lo sfruttamento di tutte le tecnologie che intervengono nel processo. La validità dei risultati scientifici ed industriali del progetto è tale da garantire un impatto notevole sul sistema socio-economico del mezzogiorno consentendo di valorizzare una preziosa risorsa quale quella del legno e mira ad essere volano di innovazione per le PMI locali operanti nel settore.
Elenco strutture
EEPP - Ministero dell'Università e della Ricerca (MIUR) - Dipartimento per l'università, l'afam e per la ricerca - Direzione generale per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca - Dipartimento per l'università, l'afam e per la ricerca - Direzione generale per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca
CNR - CNR - Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo - ISAFOM - UOS Rende - Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo (ISAFOM) sede di Rende CS
CRA - Unità di ricerca per la selvicoltura in ambiente mediterraneo (SAM)
CRA - Centro di ricerca per la selvicoltura (SEL)
CRA - Unità di ricerca per il monitoraggio e la pianificazione forestale (MPF)
CRA - Unità di ricerca per i sistemi colturali degli ambienti caldo aridi (SCA)
CRA - Unità di ricerca per l'ingegneria agraria (ING)

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP