ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Elenco dei progetti->Dettaglio progetto POSTA
CENTRI DI RICERCA
FONDAZIONE MORANDO BOLOGNINI
PERSONE
PROGETTI
PUBBLICAZIONI
BIBLIOTECA ED EDITORIA
AREA DIVULGAZIONE
CREA JOURNALS
BANDI NAZIONALI E INTERNAZIONALI
RELAZIONI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI
ondadb_host: 10.151.6.31
SICIT 4
Coordinatore di progetto: LUCA LAZZERI

Studio di matrici vegetali nella definizione di prodotti Biostimolanti a rilascio controllato nel terreno – progetto “Smart Release”.

1) Collaborazione alla definizione dell’effetto biostimolante in vivo, in condizioni controllate di formulati pressati e ricoperti di recente messa a punto (pastiglie) in confronto ai granuli di prima generazione. Si prevedono studi sull’effetto biostimolante/fertilizzante derivato dall’applicazione di nuovi granuli forniti dal committente a diverso rilascio nel tempo di azoto. Saranno applicati studi in vasetto sulla coltivazione di una specie orticola (ad esempio pomodoro, Solanum lycopersicum) in ambiente controllato. In particolare si prevede: a) Una prova con un solo granulo di nuova generazione fornito dal committente in confronto ai granuli studiati nella precedente convenzione ed i normali controlli non trattati. Si prevede 1 prova con 4 tesi incluso il granulo sperimentale. b) Un confronto tra i granuli di ultima generazione e pastiglie di recente messa a punto e fornite dal committente. Alcune delle prove svolte durante la scorsa annualità di progetto saranno ripetute fino alla definizione di un protocollo di applicazione efficace delle pastiglie, analogamente a quanto fatto per i granuli di precedente concezione. Si prevede lo svolgimento di un massimo di 5 prove nell’annata utilizzando 4 formulazioni (tra granuli e pastiglie) fornite dal committente, andando a valutare i principali parametri produttivi e fisiologici delle piante coltivate. c) Le prove di cui al punto a) e b) saranno valutate anche per ciò che concerne le dinamiche dell’azoto nel terreno a seguito dell’applicazione dei formulati da testare (granuli e pastiglie). Lo studio sarà svolto avvalendosi della collaborazione del CREA-ABP (Centro di Ricerca per l’Agrobiopedologia e la Pedologia) di Firenze, nelle persone del dr. Mocali e della dr.ssa Lagomarsino. Le analisi sui composti liberati saranno svolte su un massimo di venti tesi tra granuli e pastiglie, in cui saranno valutate anche le diverse forme dell’azoto liberato (ammoniacale, nitrico e nitroso). 2) Caratterizzazione e ottimizzazione delle formulazioni contenenti idrolizzati proteici SICIT per nuove applicazioni nell’ambito del diserbo, valutandone l’efficacia dell’azione antigerminello/disseccante e le successive proprietà fertilizzanti al fine di proporre un’azione combinata diserbo/fertilizzazione. a) Prove di diserbo/fertilizzazione in vivo, realizzate in vasetto operando in condizioni controllate di serra, applicando gli idrolizzati forniti dal committente in prodotti liquidi (ad azione disseccante) o in formulati organici su supporto solido (farine residue di disoleazione) ad azione antigerminello. Si prevede nell’annata lo svolgimento di un massimo 4 prove sperimentali con un massimo di 5 tesi ciascuna ove sarà valutata esclusivamente l’azione diserbante/antigerminello e almeno una prova sperimentale in cui, in aggiunta agli effetti diserbanti, saranno valutate le performance della successiva coltivazione di una orticola da trapianto.
Elenco strutture
Privati - SICIT CHEMITECH S.p.A
CRA - Centro di ricerca per le colture industriali (CIN)

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP