ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Elenco dei progetti->Dettaglio progetto POSTA
CENTRI DI RICERCA
FONDAZIONE MORANDO BOLOGNINI
PERSONE
PROGETTI
PUBBLICAZIONI
BIBLIOTECA ED EDITORIA
AREA DIVULGAZIONE
CREA JOURNALS
BANDI NAZIONALI E INTERNAZIONALI
RELAZIONI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI
ondadb_host: 10.151.6.31
SMART4ACTION
Coordinatore di progetto: ENRICO POMPEI

Sustainable monitoring and reporting to inform forest- and environmental awareness and protection

Obiettivi: Rafforzare e uniformare Il monitoraggio delle foreste in Italia che attualmente si regge su tre pilastri: -inventario nazionale forestale e dei serbatoi forestali di Carbonio (INFC), con il compito di fornire statistiche e stime quantitative periodiche su vari attributi relativi alle risorse forestali nazionali; -rete di monitoraggio di Livello I, attiva dagli anni 80 ed in forma più adeguata dal 1996, con il compito principale di fornire dati annuali sulle condizioni degli alberi nelle foreste italiane; -rete di monitoraggio di Livello II, attiva dal 1995, con il compito di fornire – a seconda delle variabili - dati periodici, annuali, ed intra-annuali (da settimanali ad orari) su accrescimento, condizioni, chimismo di aria, deposizioni atmosferiche, suolo, foglie, clima e biodiversità di una selezione di siti forestali, dalle Alpi alla Sicilia. Le reti hanno sinora prodotto importanti risultati di interesse sotto molteplici aspetti afferenti a convenzioni internazionali ratificate dal nostro paese (CLRTAP, Kyoto, Biodiversità) ed a processi internazionali (MCPFE, SFM). Queste tre reti sono ad oggi co-ordinate dallo stesso ufficio del CFS e ciò offre un occasione unica per sfruttare sinergie, ridurre i costi e promuovere una struttura nazionale coordinata ed integrata per il monitoraggio delle foreste. Ciò è importante per diverse ragioni: In relazione alle sinergie: le tre reti offrono notevoli possibilità di integrazione che consentirebbero il miglioramento delle informazioni ottenibili e la produzione di risultati di interesse sotto molteplici aspetti riguardanti l’impatto del cambiamento globale sul salute, produttività e biodiversità forestale. In relazione alla riduzione dei costi: le sinergie e l’integrazione delle reti potrebbero permettere una sostanziale riduzione dello sforzo di misurazione e conseguentemente abbattimento dei costi complessivi. In relazione ad una struttura coordinata: l’unicità della struttura di coordinamento permette una pianificazione di breve-medio e lungo termine delle attività che – assieme ai punti precedenti, porterebbe ad un ciclo virtuoso di miglioramento e risparmio. In sintesi il progetto si propone di: Riconoscere l’importanza del monitoraggio Riconoscere i risultati ottenuti ed il capitale informativo ed infrastrutturale accumulato sino ad oggi Evidenziare al contempo la necessità di mantenere il monitoraggio data la sua attuale insostenibilità economica
Elenco strutture
EEPP - Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali - Corpo Forestale dello Stato - Ispettorato generale - Servizio II Divisione 6a - Corpo Forestale dello Stato - Ispettorato generale - Servizio II Divisione 6a
EEPP - Commissione Europea - Directorate General Environment - Directorate E - Global & Regional Challenges LIFE - ENV. E.4 ENVIRONMENT - Directorate General Environment - Directorate E - Global & Regional Challenges LIFE - ENV. E.4 ENVIRONMENT
CRA - Centro di ricerca per la selvicoltura (SEL)

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP