ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Manualistica e materiale divulgativo->Dettaglio risorsa POSTA
MANUALISTICA E MATERIALE DIVULGATIVO
SCHEDE TECNICHE
SERVIZIO AGRO-METEOROLOGICO
RISULTATI E INNOVAZIONI
onda
Scheda di dettaglio:

CRA-VIV - L’albero di Natale: Linee guida per la coltivazione tradizionale e possibilità di produzione biologica in Toscana - Burchi, G.; Calamini, G.; Grassotti, A.; La Marca, O.; Minuto, G.; Rinaldi, L.M.R.; Roselli M. - 2012 - Copyright Regione Toscan

Questa pubblicazione deriva dall’esperienza maturata col Progetto PRO.BI.ORN. – produzione biologica di piante ornamentali - promosso dall’ex A.R.S.I.A con bando di ricerca.

Il Progetto che si è svolto dal 2004 al 2006 è nato con lo scopo di attuare iniziative di ricerca e di sviluppo nel campo della innovazione tecnologica in agricoltura rivolte a mettere a disposizione degli operatori nuove possibilità di applicazione dei metodi di coltivazione biologica nel settore delle ornamentali con specifico riferimento anche all’Albero di Natale.

Il Progetto ha rappresentato, a livello nazionale, il primo tentativo di organizzare attività di ricerca e sperimentazione rivolte alla risoluzione delle problematiche che ancora limitano la diffusione delle tecniche biologiche e a basso impatto ambientale nel settore florovivaistico. In particolare per l’Albero di Natale sono state attivate varie azioni che hanno interessato prioritariamente:

1) indagini tendenti a valutare gli spazi sul mercato europeo per $ori e piante biologiche, a verificare le aspettative dei consumatori ed a valutare il valore aggiunto di questo tipo di produzione;

2) confronto tra tecniche agronomiche tradizionali, integrate e biologiche, analizzando le tecniche produttive del comparto florovivaistico e proponendo adattamenti agronomici, fitoiatrici e gestionali per la conversione al biologico;

3) analisi e proposte di soluzione di diversi problemi (diserbo, produzione di materiale di propagazione) per adattare la coltivazione tradizionale dell’Albero di Natale a quella biologica;

4) prove dimostrative di impiego di substrati alternativi alla torba impiegata per la coltivazione in contenitore;

5) trasferimento e divulgazione dei risultati del Progetto tramite seminari, giornate tecnico-dimostrative, convegni, pagine web, etc.

Il Progetto è iniziato nel 2004, sotto la responsabilità scienti$ca dell’ex-Istituto Sperimentale per la Floricoltura di Pescia (ora CRA-VIV) e con il Coordinamento amministrativo del C.A.N.C. (Consorzio per la valorizzazione dell’Albero di Natale del Casentino), si è concluso nel 2006; in allegato è riportata una sintesi dei risultati ottenuti con le prove sperimentali.

Hanno partecipato al Progetto i seguenti 10 partner operativi:

1. Impresa Verde-CANC di Arezzo;

2. CRA - Unità di Ricerca per il Vivaismo e la Gestione del Verde Ambientale ed Ornamentale di Pescia;

3. Centro Regionale di Sperimentazione e Assistenza Agricola di Albenga (CeRSAA);

4. Centro Sperimentale per il Vivaismo di Pistoia (CeSpeVi);

5. Istituto Nazionale di Economia Agraria, Università di Firenze (INEA);

6. Centro di Ricerca per l’Agrobiologia e la Pedologia, CRA-ABP, ex Istituto Sperimentale per la Zoologia Agraria di Firenze;

7. Dipartimento di Economia, Ingegneria, Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali (DEISTAF) in collaborazione con CNR-IVALSA Istituto per la Valorizzazione del Legno e delle Specie Arboree di Firenze

8. Dipartimento di Biologia delle Piante Agrarie, Università di Pisa (DBPA);

9. Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica della Toscana (AIAB);

10. Associazione Produttori Biologici della Toscana (APBT).

All’attività del Progetto hanno anche collaborato anche varie aziende del settore.

Ulteriori informazioni sul Progetto sono reperibili al sito: www.cespevi.it/probiorn/probiorn.htm.


AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP