ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Manualistica e materiale divulgativo->Dettaglio risorsa POSTA
MANUALISTICA E MATERIALE DIVULGATIVO
SCHEDE TECNICHE
SERVIZIO AGRO-METEOROLOGICO
RISULTATI E INNOVAZIONI
onda
Scheda di dettaglio:
La pubblicazione non è disponibile online;
per informazioni contattare la struttura.


CRA-CMA - La desertificazione in Italia Luigi Perini, Luca Salvati, Tomaso Ceccarelli, Simona Sorrenti, Marco Zitti 2008 copyright Bonanno Editore

La desertificazione rappresenta uno dei processi di degrado ambientale fra i più complessi e preoccupanti della nostra società contemporanea, sia per la sua definizione e quantificazione, sia per effetti che può determinare sull’uomo, sulle risorse biologiche e quindi sugli ecosistemi in senso globale.

Processo estremamente mutevole nel tempo e nello spazio, la sua valutazione richiede indagini approfondite e specifiche su molteplici parametri di varia natura e l’interpretazione di una quantità notevole di dati, a volte mancanti o incompleti. La presenza di questo fenomeno, ormai conclamata anche nel nostro Paese, e le conseguenze che ne derivano non possono non suscitare una certa preoccupazione oltre che stimolare la ricerca di risposte urgenti.

Per fare fronte a questa emergenza globale si configura come imprescindibile un approccio preventivo basato sulla conoscenza che, da un lato, permette ai decisori politici di elaborare le più efficaci politiche ambientali e dall’altro alimenta e stimola il dibattito pubblico e scientifico. La conoscenza diventa quindi un presupposto fondamentale sia per gestire le risorse del territorio che per prevenire e mitigare gli effetti delle attività che portano al degrado dei suoli.

All’interno di questa prospettiva le attività del CNLSD (Comitato Nazionale per la Lotta alla Siccità e alla Desertificazione) forniscono un contributo basilare per la valutazione dei processi che conducono ai fenomeni di desertificazione e per l’identificazione di opportune tecniche di gestione delle risorse.

Per raggiungere tali obiettivi il Comitato si avvale di specifici strumenti attuativi, come i programmi di azione nazionale e regionale, che si ispirano a principi partecipativi e la cui implementazione richiede un approccio integrativo tra il livello nazionale e quello locale.

Elementi cardine per affrontare questa emergenza diventano così l’integrazione dei diversi livelli istituzionali, la cooperazione tra tutti gli attori coinvolti e coinvolgibili in una gestione efficiente dell’ambiente e l’innovazione gestionale come risposta alla continua richiesta di soluzioni efficaci.

Quale conseguenza dell’adozione degli strumenti attuativi adottati dal Comitato vi è inoltre la presa di coscienza del territorio da parte dei diversi enti e amministrazioni deputati a gestirlo. Si apre così una diversa fase di più incisivo confronto con il territorio che diventa il nuovo punto di partenza per affrontare i temi dello sviluppo sostenibile.

Questo lavoro è parte integrante del patrimonio di conoscenze che emerge dalle attività del Comitato e, in questo caso, dalle competenze e dall’impegno del CRA-CMA, configurandosi quale strumento cartografico a valenza nazionale sulla vulnerabilità del territorio alla desertificazione.

Si configura, inoltre, come importante strumento di divulgazione fruibile da un’utenza ampia e diversificata costituendo pertanto un importante momento di condivisione della conoscenza acquisita senza la quale non sarebbe possibile contribuire fattivamente alla tutela dell’ambiente e alle strategie decisionali.


AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP