ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI ELENCO FORNITORI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Manualistica e materiale divulgativo->Dettaglio risorsa POSTA
MANUALISTICA E MATERIALE DIVULGATIVO
SCHEDE TECNICHE
SERVIZIO AGRO-METEOROLOGICO
RISULTATI E INNOVAZIONI
onda
Scheda di dettaglio:

La rete italiana dei dispositivi di campo di lungo termine per la ricerca in agricoltura biologica (LTE) - Autori vari - Copyright CREA - 2018

L’agricoltura biologica ha acquisito un elevato valore economico e sociale ed una risonanza politica, tale da essere oggetto di interventi mirati di carattere normativo e per la promozione della ricerca. In tale ambito si inserisce il progetto RETIBIO, coordinato dal CREA, di cui uno degli obiettivi è il sostegno al mantenimento dei principali dispositivi sperimentali di lungo termine in agricoltura biologica, valorizzazione degli stessi e avvio di nuovi dispositivi in settori chiave dell’agricoltura biologica.

Attualmente la rete italiana dei dispositivi di campo di lungo termine per la ricerca in agricoltura biologica (LTE) ne conta 7, distribuiti dalla Toscana alla Sicilia: appezzamenti controllati in cui i ricercatori possono condurre in piena sicurezza esperimenti di vario tipo per testare innovazioni e buone pratiche di processo e di prodotto in agricoltura biologica.

Si tratta di veri e propri laboratori a cielo aperto di innovazione del biologico, dove vengono individuate le varietà più adeguate e messe a punto tecniche innovative e sostenibili, strizzando l’occhio sia ad abbassare i costi di produzione (e quindi quelli finali per rendere il bio alla portata di tutti) sia a venire incontro alle esigenze del consumatore. Dai concimi organici a frutti disponibili più a lungo, dal brevetto di un nuovo attrezzo agricolo a nuovi sistemi di rotazione delle colture orticole, dalle tecniche di gestione dei seminativi biologici in grado di sequestrare il carbonio atmosferico a quelle più efficienti sul fronte della biodiversità e dell’impatto ambientale. Sono molteplici le attività condotte dai ricercatori negli LTE e tra queste anche il trasferimento alle imprese e la condivisione con la comunità scientifica internazionale.

 


AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP