ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI ELENCO FORNITORI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Manualistica e materiale divulgativo->Dettaglio risorsa POSTA
MANUALISTICA E MATERIALE DIVULGATIVO
SCHEDE TECNICHE
SERVIZIO AGRO-METEOROLOGICO
RISULTATI E INNOVAZIONI
onda
Scheda di dettaglio:

CREA-INEA - Commercio con l’estero dei prodotti agroalimentari 2014 - Autori vari - Copyright CREA - 2015

Il Rapporto CREA sul commercio con l’estero dei prodotti agroalimentari giunge alla sua 23a edizione con un nuovo formato e nuovi obiettivi, fornendo agli operatori interessati un riferimento importante per l’analisi degli aspetti di tendenza dei flussi di commercio agroalimentare dell’Italia, nonché delle dinamiche per aree e principali partner.

In sintonia con il crescente scambio di informazioni e della maggiore facilità di accesso ai dati, il Rapporto si propone come uno strumento di analisi strutturata secondo criteri e categorie apprezzate dal mondo scientifico, che garantiscono la continuità con il lavoro svolto nel passato sull’argomento, ma con nuove possibilità di aggiornamento e integrazione, anche grazie all’ interazione con la banca dati on-line.

Il volume, rispetto alle passate edizioni, presenta quest’anno una impostazione più sintetica, pur contenendo gli aspetti tradizionali di analisi legati alle principali dinamiche dei flussi commerciali per aree e per i principali partner commerciali del nostro paese e relativamente ai comparti produttivi.

Viene analizzata la posizione del settore agroalimentare italiano nel mercato mondiale ed in relazione agli scambi commerciali totali. Il 2014 è caratterizzato dalla debolezza della domanda dei paesi dell’area dell’euro, che rivestono un peso determinante per le nostre esportazioni. La bilancia agroalimentare, in deficit, riporta una crescita dei flussi: le esportazioni aumentano, rispetto all’anno precedente, in misura superiore alla media delle vendite complessive all’estero; le importazioni registrano una variazione positiva in controtendenza con quella negativa degli scambi commerciali totali, aumentando la quota sul commercio totale.

Il Rapporto offre una originale articolazione dei flussi commerciali agroalimentari, aggregando i dati secondo due diversi criteri: il primo poggia sull’origine e la destinazione dei prodotti, in base al quale si identificano le materie prime e i prodotti di consumo finale; il secondo riguarda la specializzazione commerciale, identificata in base al segno del saldo (prodotti di importazione, di esportazione, a saldo variabile).

Si è ritenuto importante, ancor più in qualità di paese ospitante Expo2015, garantire la necessaria attenzione all’analisi delle voci di esportazione individuate con il termine Made in Italy, cioè l’insieme dei prodotti agroalimentari trasformati a saldo stabilmente positivo e ad alto valore aggiunto, identificati dai consumatori all’estero come “tipici” del nostro paese. Sia nella seconda che nella terza parte del volume, una riflessione specifica è destinata all’andamento del Made in Italy, in termini di analisi dei principali mercati di destinazione dei prodotti e dei paesi clienti e in termini di comparti e loro performance.


AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP