ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Informazioni sulla Fatturazione Elettronica      Carta europea dei ricercatori
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI ELENCO FORNITORI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Centri e unità di ricerca->Dettaglio Istituto POSTA

Centro di ricerca per l'agrobiologia e la pedologia (ABP)
Direttore - EDOARDO ANTONIO COSTANTINI

Sede distaccata di FIRENZE
Pagina web: http://abp.entecra.it
Centro di ricerca per l'agrobiologia e la pedologia (ABP)
Via Lanciola - Cascine del Riccio 12/A
50125 - FIRENZE
Tel: +39-055-24921 - Fax: +39-055-209177
E-mail:
PEC:

Sede centrale
FIRENZE (FI)


Come raggiungerci
Personale
co.co.co/Collaborazioni
Pubblicazioni
Schede tecniche
Progetti di ricerca
Storia

Il 29 settembre 1875 nasce la Regia Stazione di Entomologia Agraria con decreto del R. Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio, con sede presso il R. Museo di Fisica e Storia Naturale, all'indirizzo di Via Romana 19, in Firenze. La Stazione fu istituita perché fosse un “centro di osservazioni” di animali e insetti, utili o nocivi, all'agricoltura, od alle industrie. Con il decreto del 1875 la Stazione fu ufficialmente riconosciuta, ma la sua attività si può far risalire ad almeno una diecina di anni prima.

Nel 1967 la Stazione Regia cambiò il nome in Istituto Sperimentale per la Zoologia Agraria. Il D.P.R. del 23 novembre 1967 non modificò la sostanza di quello del 29 settembre 1875, aggiunse però agli studi sugli animali dannosi all'agricoltura e sui mezzi per combatterli anche quelli di apicoltura e di bachicoltura; mentre per questi ultimi fu delegata una sezione specializzata in Padova, subentrata alla gloriosa Stazione Bacologica fondata nel 1871, per gli altri furono istituite sei sezioni di cui cinque a Firenze: entomologia agraria, entomologia forestale, acarologia, nematologia, difesa e roditori dannosi, e una a Roma: apicoltura. A quest'ultima sezione fu assegnato un terreno di circa 92 ha, nel Comune di Monterotondo.

Dal 1976 l’Istituto ha sede alle Cascine del Riccio in via di Lanciola n.12/A, Firenze.

In base al  Decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 454 che ha riunito gli istituti di ricerca del Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, l’Istituto Sperimentale per la Zoologia Agraria è stato incluso nel Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA).

Per la sua attività di divulgazione e di volgarizzazione l’Istituto ha ottenuto numerosi riconoscimenti; medaglia d'oro del Ministero dell'Agricoltura per gli studi attinenti alla fillossera e ad altre malattie delle piante (1885), diploma d'onore dell'Accademia dei Georgofili nel Concorso Internazionale di apparecchi anticrittogamici e insetticidi (1886), diploma di gran premio e di medaglia d'oro della Repubblica Francese nell'Exposition Universelle (1900), diploma di onore nella Esposizione Internazionale di Milano (1906), diplomi di gran premio e di medaglia d'argento all'Esposizione Internazionale delle Industrie e del Lavoro (1911), diploma di fuori concorso nell'Esposizione Internazionale del centenario di PASTEUR (1923), diploma di benemerenza alla III mostra nazionale dell'Agricoltura (1934), diploma di benemerenza della Confederazione degli Agricoltori (1940), “Spiga d'oro” del Ministero della Pubblica Istruzione al festival Internazionale di cinematografia agricola (1954).

La creazione del Centro...
Il 22 marzo 2006, ottenuto il parere favorevole della Conferenza Stato – Regioni e Province autonome, è stato emesso il decreto di approvazione del “Piano di riorganizzazione e razionalizzazione” deliberato dal Consiglio di Amministrazione del CRA. Il Piano ha previsto l'attivazione di quattro Dipartimenti cui afferiscono 15 Centri di Ricerca (di cui uno interdipartimentale) e 32 Unità di ricerca. L’Istituto Sperimentale per la Zoologia Agraria è divenuto sede distaccata del Centro di Ricerca per l’Agrobiologia e la Pedologia di Firenze, CRA-ABP.

Missione

 Si occupa della valorizzazione e difesa del suolo nelle filiere produttive attraverso lo studio dei processi fisici, chimici, biologici e mineralogici del suolo; della classificazione, della genesi, dell'erosione e della cartografia del suolo finalizzate alla conoscenza della risorsa suolo, alla qualità delle produzioni agrarie e alla salvaguardia dell'ambiente.

Studia le gestione dei suoli degradati, la difesa degli agroecosistemi e degli ecosistemi forestali dai danni provocati da insetti, acari, nematodi ed animali superiori, con particolare attenzione ai metodi di lotta integrata e biologica, alla diminuzione dell'impatto ambientale, all'uso ed alla salvaguardia delle specie utili per le produzioni agroalimentari. Studia l'impiego di artropodi come bioindicatori della qualità ambientale.

Attività

Linee di ricerca

  • Difesa fitosanitaria delle risorse agricole
  • Difesa fitosanitaria delle risorse forestali
  • Difesa fitosanitaria delle derrate alimentari
    • Insetti
    • AcariI
    • Nematodi
    • Metodi di lotta integrata e biologica
    • Valutazione dell’impatto ambientale dei pesticidi
  • Tecnologie avanzate
    • l’impiego di tecniche di microscopia elettronica e di biologia molecolare nella  sistematica di artropodi e nematodi
    • l’utilizzo di tecnologie avanzate per la crioconservazione a temperature ultrabasse di organismi di interesse agro-forestale al fine di costituire banche genetiche criogeniche
    • lo studio  delle interazioni chimiche e molecolari pianta-animali-antagonisti e lo studio dei meccanismi di comunicazione inter- ed intraspecifica
    • il controllo di artropodi di interesse igienico-sanitario con particolare attenzione alle specie coinvolte in fenomeni allergici di rilievo sociale per le popolazioni rurali e urbane

 

Altre attività

  • Il Centro è ben radicato sul territorio nazionale e capace di intercettare significativamente le nuove esigenze di enti locali e privati nel settore agroforestale quali l'insorgenza di nuove e drammatiche emergenze fitoparassitarie, tanto per citare alcuni dei temi trattati negli ultimi anni in numerose convenzioni con Enti pubblici, locali e privati.
  • messa a punto di metodi e tecnologie innovative
  • microscopia elettronica
  • tecniche di crioconservazione (disponibile anche per i patrimoni vegetali)
  • tassonomia con tecniche di biologia molecolare a supporto del servizio fitosanitario nazionale
  • metodi molecolari applicati allo studio della biodiversità del suolo e all’interazione pianta-parassita
  • analisi di immagine e studi di etologia
immagine news
Nessun avviso attivo
Mostra tutti

immagine news
freccina CRA-ABP: risultato selezione tramite valutazione curriculare per attribuzione contratto di co.co.co. inerente la nematologia (avviso del 21/10/2014)
freccina CRA-ABP: risultato selezione tramite valutazione curricula per attribuzione n. 1 contratto di co.co.co. per lo studio degli acari del suolo nell'agroecosistema vigneto (avviso del 8/8/2014)
freccina CRA-ABP: risultato selezione tramite valutazione curricula per attribuzione n. 2 contratti di co.co.co. inerenti il progetto LIFE-"MIPP" (codice 4 - avviso del 17/6/2014)
freccina CRA-ABP: risultato selezione tramite valutazione curricula per attribuzione contratto di co.co.co. inerente il monitoraggio di insetti da quarantena (avviso del 28/4/2014)
freccina CRA-ABP: risultato selezione tramite valutazione curricula per attribuzione contratto di co.co.co. inerente gli acari di pomodoro (avviso del 15/4/2014)
Mostra tutti

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP