ENGLISH ACCESSIBILITA' NORMALE
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Carta europea dei ricercatori      HR EXCELLENCE IN RESEARCH
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Centri e unità di ricerca->Dettaglio Istituto POSTA

Unità di ricerca per i sistemi agropastorali in ambiente mediterraneo (AAM)
Direttore - ANTONIO MELCHIORRE CARRONI

Sede centrale - SANLURI
Unità di ricerca per i sistemi agropastorali in ambiente mediterraneo (AAM)
Podere Ortigara
09025 - SANLURI
Tel: +39-070-9330804 - Fax: +39-070-9330804
E-mail:
PEC:

Personale
co.co.co/Collaborazioni
Pubblicazioni
Schede tecniche
Progetti di ricerca
Storia

La Sezione Operativa Periferica di Cagliari dell’Istituto Sperimentale per le Colture Foraggere di Lodi opera la sua attività di ricerca e sperimentazione in Sardegna sin dai primi anni ’70.

In seguito all’emanazione del D. Lgs. 454/99 e conseguente istituzione del C.R.A., in attuazione  del piano di ristrutturazione e razionalizzazione della rete di ricerca del C.R.A., assume la nuova denominazione di “Unità di ricerca per i sistemi agro-pastorali in ambiente mediterraneo” spostando la propria sede di attività a Sanluri (VS).

 

Missione

Il CRA-AAM si occupa di sviluppo integrato e sostenibile del comparto agro-pastorale con attività prevalenti nei settori inerenti la conservazione ed utilizzo della biodiversità vegetale per la costituzione varietale ed il miglioramento genetico dei pascoli e delle specie no-food in ambiente mediterraneo; si occupa anche di agronomia, biologia ed ecofisiologia della produzione foraggera in condizioni di limitazione idrica.

Attività

Nell’ambito delle linee di ricerca sviluppate dal CRA-AAM, in collaborazione con la sede CRA-FLC di Lodi, particolare significato assumono quelle connesse allo studio (soprattutto per gli aspetti ecologico-adattativi e di tolleranza allo stress idrico), alla salvaguardia e alla valorizzazione del germoplasma locale e alla costituzione di varietà di graminacee e leguminose foraggere specificamente adatte all’ambiente mediterraneo.

Pure significative sono le ricerche in materia di studio e miglioramento dei pascoli attraverso opzioni tecniche diversificate, la messa a punto di strutture prato-pascolive adatte all’ambiente della Sardegna, messa a punto di metodiche di insilamento e sfruttamento alternativo alla fienagione di erbai consociati, le attività di moltiplicazione delle sementi e, da ultimo le ricerche connesse alla valorizzazione del ruolo multifunzionale delle foraggere. Infine si è sviluppata su indicazione del Mi.P.A.A.F. ed in collaborazione con R.R.N. ed ISMEA una attività di ricerca e sperimentazione per la verifica dell’efficacia di applicazione della normativa agricola comunitaria in Italia sul tema della condizionalità (BCAA). Rapporti di collaborazione sono in corso con altre sedi del C.R.A, con  il Dipartimento di Scienze Agronomiche e Genetica Vegetale Agraria dell’Università degli Studi di Sassari; con l’Agris Agenzia per la Ricerca in Agricoltura della Regione Autonoma della Sardegna; e con il C.N.R. – ISPAAM Sassari, Istituto per il sistema produzione animale in ambiente mediterraneo di Sassari.

immagine news
Nessun avviso attivo
Mostra tutti

immagine news
Nessun avviso attivo
Mostra tutti

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP