ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Informazioni sulla Fatturazione Elettronica      Carta europea dei ricercatori
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI ELENCO FORNITORI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Centri e unità di ricerca->Dettaglio Istituto POSTA

Centro di ricerca per l'orticoltura (ORT)
Direttore - MARCO SCORTICHINI

Sede centrale - PONTECAGNANO FAIANO
Pagina web: http://ort.entecra.it/
Centro di ricerca per l'orticoltura (ORT)
Via Cavalleggeri 25
84098 - PONTECAGNANO FAIANO
Tel: +39-089-386211 - Fax: +39-089-384170
E-mail:
PEC:

Sedi distaccate
Battipaglia (SA)


Come raggiungerci
Personale
co.co.co/Collaborazioni
Pubblicazioni
Schede tecniche
Progetti di ricerca
Storia

Il Centro è stato istituito nel 1968, come Istituto Sperimentale per l’Orticoltura, nell’importante area orticola della Piana del Sele e a breve distanza dalla rinomata area orticola dell’agro nocerino-sarnese. Dal 2008 è confluito presso il Centro di ricerca per l'orticoltura la Sezione Operativa Periferica dell'Istituto Sperimentale per le colture industriali (ISCI) (MIPAAF) di Battipaglia. Attualmente dispone di due aziende agricole, di una dozzina di ettari ciascuna, localizzate a Pontecagnano e a Battipaglia.
Le dotazioni tecnico-scientifiche includono una serra attrezzata per esperimenti di coltura senza suolo, altre strutture protettive di varie dimensioni e caratteristiche, laboratori per ricerche sui diversi aspetti dell’orticoltura (biologia e patologia vegetale, genetica, biochimica, microbiologia, fisiologia). Al momento il personale di ricerca è composto da nove ricercatori e tre tecnologi, 10 collaboratori tecnici e 14 operatori tecnici.

Missione

Il CREA - Centro di ricerca per l'orticoltura si occupa di specie orticole con attività prevalenti nei settori della genetica e miglioramento genetico, della valorizzazione della biodiversità, delle tecniche colturali e difesa, con particolare riferimento all’ecosostenibilità delle colture in pieno campo e in ambiente protetto, al post-raccolta, al miglioramento della qualità e salubrità dei prodotti freschi e trasformati. _

Attività

Genetica e miglioramento genetico
Le attività di ricerca condotte in questa area tematica hanno come obiettivo lo sviluppo di nuovi materiali genetici attraverso l’integrazione e l’implementazione di approcci convenzionali e innovativi. Tali scopi sono perseguiti sia tramite il recupero, la valorizzazione e l’utilizzo della biodiversità orticola, sia attraverso approcci genetici e biotecnologici avanzati per l’induzione e la selezione di nuova variabilità. Le specie principali sulle quali si stanno conducendo attività di ricerca e sviluppo di materiali genetici sono il peperone, tra le ortive da frutto, e la rucola, tra quelle da foglia. Per esse si stanno applicando approcci “omici” volti a identificare i determinanti genetici e a sviluppare marcatori molecolari per il breeding assistito di caratteri agronomici e qualitativi di interesse. Attività di caratterizzazione genetica e/o di selezione sono in corso anche in melanzana, pomodoro e leguminose da granella.

Orticoltura protetta
Le attività di ricerca in questa area tematica includono diversi aspetti dell’orticoltura protetta, con particolare riguardo agli ambienti mediterranei. Le attività in corso sono rivolte al miglioramento della nutrizione e della sostenibilità delle colture ortive sotto serra; alla realizzazione di sistemi di produzione senza suolo a ciclo chiuso; allo sviluppo di sistemi serricoli innovativi per la difesa e la climatizzazione. Le principali specie d’interesse includono il pomodoro e altri ortaggi da frutto, e la rucola e altri ortaggi da foglia in quarta gamma.

Approcci integrati per la sostenibilità e la difesa in orticoltura
Tale area tematica, con un approccio sistemico, si interessa dello sviluppo di tecnologie integrate per la gestione agronomica e la difesa delle colture ortive, con particolare riguardo, ma non esclusivamente, a sistemi orticoli low input. In particolare, essa si occupa della messa a punto e trasferimento di sistemi colturali ecocompatibili basati sul riciclo delle biomasse agricole di scarto, sulla valutazione dell’impatto degli ammendanti organici, sulle caratteristiche microbiologiche dei suoli e qualità dei prodotti, sullo studio delle proprietà di soppressività di compost e derivati, sulla selezione e impiego di prodotti naturali e microrganismi utili per la biostimolazione e la difesa delle colture ortive e per l’incremento dell’azotofissazione biologica, sulla valorizzazione di varietà locali di specie orticole, anche attraverso l’ottimizzazione della tecnica colturale.

Altro
A questa area afferiscono tutte le attività di ricerca e sperimentazione non inquadrabili nelle precedenti categorie.

immagine news
Nessun avviso attivo
Mostra tutti

immagine news
Nessun avviso attivo
Mostra tutti

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP