ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Informazioni sulla Fatturazione Elettronica      Carta europea dei ricercatori
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI ELENCO FORNITORI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Centri e unità di ricerca->Dettaglio Istituto POSTA

Centro di ricerca per la genomica e la postgenomica animale e vegetale (GPG)
Direttore - LUIGI CATTIVELLI

Sede centrale - FIORENZUOLA D'ARDA
Pagina web: http://centrodigenomica.entecra.it
Centro di ricerca per la genomica e la postgenomica animale e vegetale (GPG)
Via San Protaso 302
29017 - FIORENZUOLA D'ARDA
Tel: +39-0523-983758 - Fax: +39-0523-983750
E-mail:
PEC:

Come raggiungerci
Personale
co.co.co/Collaborazioni
Pubblicazioni
Schede tecniche
Progetti di ricerca
Storia

Il 19 settembre 1942, l’Istituto Nazionale di Genetica per la Cerealicoltura istituiva la Stazione Fitotecnica Piacentina con sede in Gariga di Podenzano, successivamente nel 1958 l’attività veniva trasferita a Fiorenzuola d'Arda presso l’azienda “Cerè”. Fino alla fine degli anni ’60 presso la Stazione Fitotecnica venivano costituite e messe a coltura varietà di pomodoro per l’industria conserviera. A seguito della Legge 1318/68, la Stazione Fitotecnica veniva trasformata in “Sezione Operativa Periferica di Fiorenzuola d'Arda dell’Istituto Sperimentale per la Cerealicoltura di Roma”. Dal 1967 al 1972 l’attività sperimentale è consistita principalmente nella valutazione agronomica di linee e varietà di frumento, e nella conservazione in purezza dei frumenti della serie “F”, ereditati dall’ex Istituto di Allevamento Vegetale di Bologna. Successivamente alla Sezione veniva assegnato il compito di sviluppare un programma di miglioramento genetico dell’orzo, e di intensificare l’attività sperimentale sui diversi cereali.

 

Alla metà degli anni ’80 si costituisce la prima varietà di orzo di grande successo (Arda), grazie alla quale la Sezione raggiunge un primo importante risultato. Dopo l’inaugurazione della nuova sede (1990), l’attività di ricerca si amplia dal miglioramento genetico di orzo, avena e triticale allo studio del malto e degli alimenti funzionali, all’analisi del genoma di cereali ed altre specie.

 

Nel 2007, a seguito del piano di razionalizzazione delle strutture di ricerca del CRA, la Sezione è trasformata in “Centro di ricerca per la genomica e la postgenomica animale e vegetale”.

 

Missione

Il Centro si occupa di genomica, bioinformatica, genetica e di fisiologia vegetale con particolare riferimento all’ampliamento delle conoscenze sulla struttura e funzione dei geni e dei genomi e con attività prevalenti nei settori del miglioramento genetico, della qualità e sicurezza dei prodotti agricoli, della sostenibilità e tracciabilità dei processi produttivi.

 

Attività

DOTAZIONE STRUTTURALE

 

Il centro dispone di:

 

Un laboratorio di biologia molecolare e genomica completi di tutte le attrezzature di base, di sistemi robotici per estrazione di acidi nucleici e preparazione di reazioni, di termociclatori, di sequenziatore a 16 capillari, di diversi sistemi per qPCR e HRM-PCR. Il Centro dispone di una strumentazione next generation sequencing, per sequenziamento ad alta processività (Illumina GAIIx) e di un gruppo di ricerca specificatamente dedicato alla bioinformatica.

 

Un laboratorio di proteomica dotato delle attrezzature di base per analisi 2D di estratti proteici e di spettrometria di massa.

 

Un laboratorio di tecnologia-alimentare dedicato allo studio del malto e degli alimenti a base di cereali, dispone di un

sistema automatico di micromaltazione e di strumentazione per la determinazione delle principali molecole di interesse nutrizionale.

 

Un laboratorio per la fenotipizzazione delle piante sia in ambienti controllati (serre, celle climatiche, cella di crescita Conviron per il mantenimento delle piante in condizioni di estremo controllo ambientale), che in pieno campo. Il laboratorio dispone di strumentazioni per lo studio degli scambi gassosi (attività fotosintetica) e l’analisi della riflettenza spettrale.

 

Un azienda sperimentale completamente attrezzata per la sperimentazione cerealicola.

 

Collezioni di germoplasma. Il Centro dispone di un’importante collezione di germoplasma di orzo, comprendente varietà, mutanti, accessioni selvatiche ed altre specie del genere Hordeum, di una rilevante collezione di accessioni di avene sia coltivate che selvatiche e di una collezione di triticali primari e secondari.

 

 

PRINCIPALI INTERESSI SCIENTIFICI

 

Le principali linee di ricerca afferiscono allo studio, isolamento ed utilizzo di geni attivati dalla pianta in seguito a stress biotici ed abiotici, all’identificazione di geni e marcatori coinvolti nello sviluppo e nel conferimento di aspetti qualitativi fondamentali. L’analisi molecolare è stata utilizzata per studi di filogenesi e per lo studio della biodiversità nell’ambito di diverse specie agrarie. Sono state sviluppate ed arricchite mappe genetico-molecolari per lo studio di caratteri di interesse in orzo e frumento.

 

Sono stati clonati e caratterizzati geni coinvolti nei meccanismi di resistenza a patogeni, freddo e siccità tra cui geni regolatori, ovvero fattori di trascrizione capaci di attivare pool di geni direttamente coinvolti nelle complesse vie metaboliche di tolleranza allo stress in pianta. Inoltre, sono stati identificati geni coinvolti nell’espressione di vari caratteri agronomici come la germinazione, la qualità del malto e per caratteri specifici degli “alimenti funzionali”.

 

Sono disponibili tecnologie di media produttività per la caratterizzazione di diverse classi di marcatori molecolari, utili per la valutazione della biodiversità, pre-breeding, MAS e pyramiding. Approcci di whole genome association con SNP-microarray sono in atto per l’analisi di dei caratteri agronomici in orzo. Sono stati sviluppati sistemi molecolari integrati per la tracciabilità di varietà, specie vegetali, animali e microbiche. Il centro coordina la partecipazione italiano all’iniziativa internazionale per il sequenziamento del genoma del Frumento.

 

Il centro si occupa dello studio delle caratteristiche nutrizionali dei prodotti a base di cereali e delle applicazioni tecnologiche relative a classi di composti aventi specifiche proprietà nutraceutiche (beta-glucani, sostanze antiossidanti, …).

 

Il Centro svolge programmi di miglioramento genetico in orzo, avena e triticale con oltre 25 varietà rilasciate negli ultimi 20 anni. La selezione assistita da marcatori molecolari (MAS) è utilizzata routinariamente per tutti i programmi di miglioramento genetico dell’orzo. Coordina le prove nazionali per l’orzo e il triticale e le prove di valutazione della qualità maltaria degli orzi da birra.

 

Il Centro di Genomica ha rapporti sistematici con numerosi enti di ricerca, nazionali ed internazionali; fa parte di consorzi di ricerca internazionali tra cui il consorzio per il sequenziamento del genoma del frumento (IWGSC) ed il consorzio europeo per la genomica dell’orzo (Barley Genome Net).

 

 

VARIETA’ ISCRITTE

 

ORZO DISTICO: Arda (1985), Alfeo (1993), Tidone(1995), Nure (1998), Airone (1999), Zacinto (2000, orzo nudo), Aiace (2002), Alce (2004), Cometa (2006), Rodorz (2006), Astartis (2007, orzo nudo), Pariglia (2007), Sfera (2007), Doria (2007),Panaka (2009).

 

ORZO POLISTICO: Trebbia (1990), Aliseo (1998), Ponente (2001), Scirocco (2001), Aldebaran (2003), Vega (2003), Esplora (2007), Alimini (2009).

 

AVENA: Primula (2002), Genziana (2004).

 

TRITICALE: Oceania (2002), Altair (2007), Quark (2008).

 

Per maggiori dettagli: http://centrodigenomica.entecra.it

 

Altre attività

Il Centro cura la divulgazione dei risultati , attraverso la diffusione sulla stampa specializzata, la partecipazione ad iniziative divulgative e didattiche. I ricercatori tengono lezioni e seminari presso le Università, corsi di aggiornamento in collaborazione con altri Enti pubblici e privati. Ospita presso la propria sede, dottorandi e laureandi per lo svolgimento di tesi di laurea e tirocini.

 

immagine news
freccina CREA-GB – CIG Z191F8F3D1: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di n. 100 rotoli di carta asciugamani – 2 veli – 800 strappi – dimensioni 24x28 cm - CUP: C19D15002000007
freccina CREA-GB – CIG ZD71F8F40B: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di n. 12 rotoli di PARAFILM-M dimensioni 10 cm x 38,10 m – CUP: C19D15002000007
freccina CREA-GB – CIG Z131F9A0B9: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di vario materiale di cancelleria
freccina CREA-GB – CIG Z5D1F9D601: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di vario materiale per pulizie
freccina CREA-GB – CIG : ZB81FB08E8: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di agrofarmaci
freccina CREA-GB – CIG ZA21FC30F6: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di vario materiale di ferramenta
freccina CREA-GB – CIG Z131F9A0B9: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di vario materiale di cancelleria effettuata tramite RdO sul MePA
freccina CREA-GB – CIG ZCB1FCC547: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di Azoto liquido per attività di laboratorio
freccina CREA-GB – CIG ZE41FCC622: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di reagenti ad uso biologia molecolare - CUP: C62F17000040001
freccina CREA-GB – CIG ZE01FD90FE: affidamento diretto (D.Lvo 60/2016 art. 36 co. 2 lettera a) fornitura di 50 litri di azoto liquido - CUP: C19F16000000006
Mostra tutti

immagine news
Nessun avviso attivo
Mostra tutti

AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP