ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Informazioni sulla Fatturazione Elettronica      Carta europea dei ricercatori
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI ELENCO FORNITORI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Ufficio stampa->Scheda di dettaglio POSTA
CONOSCI IL CREA
GLI ORGANI
L'AMMINISTRAZIONE CENTRALE
AREA STAMPA
onda
Dettaglio avviso: CRA-UTV - Le origini meridionali del Sangiovese

Le origini meridionali del Sangiovese

Un lavoro del CRA-UTV propone un nuovo pedigree 

 

Il Sangiovese è la più importante varietà di uva da vino italiana, coltivata in oltre l’11% dei vigneti nazionali. Entra a far parte dell’uvaggio di centinaia di vini, tra i quali il Brunello di Montalcino, il Chianti, il Chianti Classico, il Morellino di Scansano, il Carmignano, il Rosso Piceno Superiore, il Sangiovese di Romagna e molti altri ancora.

Le origini del Sangiovese, nonostante siano state studiate da molti ricercatori, sono ancora oscure e dibattute.

Grazie alla biodiversità raccolta nei progetti di recupero, caratterizzazione e valorizzazione delle antiche varietà locali, un gruppo di ricercatori del     CRA-UTV coordinati dal Direttore Donato Antonacci, ha recentemente proposto una nuova ipotesi sulle origini del Sangiovese.

L’antica varietà Negrodolce, che si riteneva essere andata persa nel corso del secolo scorso, è stata ritrovata in alcuni campi pugliesi.

Dallo studio del DNA, ottenuto mediante la caratterizzazione del profilo molecolare di 55 microsatelliti, il Negrodolce  si è rivelata una varietà di notevole interesse storico e preziosa fonte di combinazioni geniche favorevoli. Questa antica varietà è infatti, insieme al Ciliegiolo, il genitore del Sangiovese.       

Le sorprendenti conclusioni ottenute dai ricercatori del CRA-UTV si basano sull’analisi statistica di un database costituito dai profili molecolari di circa 1.000 diverse varietà di vite conservate nell’azienda sperimentale dell’Unità di ricerca di  Turi (BA).

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista internazionale Molecular Biotechnology l’11 marzo 2012:

Evidences for an Alternative Genealogy of "Sangiovese".

Carlo Bergamini, Angelo Raffaele Caputo, Marica Gasparro, Rocco Perniola, Maria Francesca Cardone, Donato Antonacci.

(DOI 10.1007/s12033-012-9524-9).


AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP