ENGLISH ACCESSIBILITA' ALTA
Torna alla Home Page Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria Cerca nel sito...  

Informazioni sulla Fatturazione Elettronica      Carta europea dei ricercatori
CREA - Via Po, 14 - 00198 ROMA
P.IVA: 08183101008 - C.F.: 97231970589
Tel: +39 06 478361 - Fax: +39 06 47836320 -
Posta Elettronica Certificata:

ACCESSO CIVICO RASSEGNA STAMPA URP LAVORO/FORMAZIONE GARE/APPALTI ELENCO FORNITORI AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

freccina Sei qui: Home->Elenco convegni->Scheda di dettaglio POSTA
CONOSCI IL C.R.A.
GLI ORGANI
L'AMMINISTRAZIONE CENTRALE
AREA STAMPA
onda
Dettaglio convegno: Il CREA-AN partecipa al Mediterranean Diet Seminar "Ancel Keys International Seminar on Mediterranean Diet and Sustainable Nutritional Policies", Ascea Marina (SA) 9-14 ottobre 2017

La dott.ssa Laura Rossi, ricercatrice del Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione (CREA-AN) di Roma è faculty member del Mediterranean Diet Seminar “Ancel Keys International Seminar on Mediterranean Diet and Sustainable Nutritional Policies”, che si terrà ad Ascea Marina (SA) dal 9 al 14 ottobre 2017. 

Il concetto di "Dieta mediterranea", da un punto di vista strettamente nutrizionale, è definito da abitudini alimentari delle popolazioni che dimorano nelle terre che circondano il Mar Mediterraneo dalla metà del XX secolo circa. La Dieta Mediterranea è caratterizzata da un elevato consumo di prodotti vegetali e da basse quantità di pesce, carne e latticini, zuccheri semplici e vino consumato ai pasti.Questo modello dietetico è riconosciuto per essere associato alla più bassa incidenza di mortalità causata da malattie cardiovascolari e dal cancro. Inoltre, la Dieta Mediterranea ha anche dimostrato di avere un basso impatto ambientale in termini di uso del suolo, fabbisogno energetico, emissioni di gas serra e consumo di acqua. La Dieta Mediterranea, a causa del suo rispetto per la biodiversità, per le caratteristiche geofisiche naturali e le tradizioni gastronomiche del territorio è stata riconosciuta dall'UNESCO nel 2010 “patrimonio immateriale dell'umanità”.
Nonostante i benefici per la salute umana e per l'ambiente, numerosi esperti del settore riconoscono che le attuali abitudini alimentari delle popolazioni mediterranee negli ultimi 50 anni si sono indirizzate verso un maggior consumo di prodotti di origine animale, a discapito del consumo di prodotti di origine vegetale, con un conseguente più alto consumo di grassi saturi e di proteine animali al posto delle proteine vegetali, di cereali e fibre. Questi cambiamenti negativi si associano ad un aumento dell’uso di sale e di zuccheri aggiunti presenti, ad esempio, in bevande zuccherate, ad un aumento del consumo di bevande alcoliche, ad una maggiore sedentarietà con conseguente aumento dell’obesità. Questa tendenza negativa richiede un forte impegno da parte di nutrizionisti, istituzioni sanitarie e industria agro-alimentare per una rivitalizzazione della dieta mediterranea.

Il seminario internazionale di Ancel Keys è destinato a fornire un contributo a questo importante traguardo, dando inizio a un'azione di insegnamento ad alto livello che mira a:

1) fornire a giovani ricercatori, operatori sanitari e a chi si occupa di produzione alimentare, gli strumenti per valorizzare un efficace e moderno modello dietetico Mediterraneo;

2) formare a livello internazionale una rete di giovani ricercatori altamente qualificati in grado di intraprendere azioni e sviluppare iniziative sinergiche per la rivitalizzazione e la diffusione della dieta mediterranea in tutto il mondo.

 Il seminario si articolerà sulla base di un totale di circa 40 ore distribuite su 5 giorni di insegnamento:

Evoluzione storica e antropologica della dieta mediterranea

Aspetti ambientali e socio-economico

  • Biodiversità in relazione alla produzione alimentare e al modello dietetico
  • Produzioni tipiche agricole e industriali
  • Lavorazione, stoccaggio e preparazione del cibo
  • Sostenibilità e impatto ambientale della dieta mediterranea e altri modelli dietetici

La definizione della dieta mediterranea, caratteristiche nutrizionali e metaboliche

  • Proprietà nutrizionali
  • Chimica, biologia molecolare e componenti epigenetiche
  • Influenza sull’ambiente cellulare
  • Recupero di antichi cibi tradizionali
  • Introduzione di alimenti innovativi sulla base del modello Mediterraneo
  • Abitudini alimentari dei diversi paesi mediterranei
  • Modelli dietetici alternativi
  • Valutazione dell'aderenza alla dieta mediterranea

Gli effetti della dieta Mediterranea sulla salute

  • Ricerca clinica ed epidemiologica
  • Studi ecologici
  • Osservazione prospettica
  • Studio delle coorti esistenti
  • Prove controllate di intervento
  • Revisioni sistematiche e meta-analisi
  • Linee guida nutrizionali
  • Malattie cardiovascolari e neoplastiche e fattori di rischio correlati
  • Obesità e diabete, invecchiamento in salute e longevità
  • Declino cognitivo
  • Altri disturbi cronici

La diffusione della cultura del Mediterraneo

  • Formazione degli operatori sanitari
  • Informazioni per cittadini e pazienti
  • Politiche sociali e industriali

 Per ulteriori informazioni: http://www.mediterraneandietseminar.org 

 

 

 


AREA RISERVATA  Webmaster:
Logo mySQL Logo PHP